L’ultima fase della vita del vino, dalla vigna alla bottiglia, è rappresentata dall’imbottigliamento.
Il vino, ormai pronto, viene imbottigliato. È un’operazione quasi completamente automatizzata. Le bottiglie vuote, pulite e opportunamente sterilizzate, vengono messe su una catena trasportatrice e vengono, nuovamente, lavate e sterilizzate internamente, riempite e tappate.

Le bottiglie entrano all’interno di un tunnel di asciugatura: qui vengono asciugate esternamente e, immediatamente dopo, incapsulate ed etichettate.

Successivamente, sempre tramite un processo automatizzato (quando possibile, o tramite un processo manuale), le bottiglie vengono inserite dentro delle confezioni di cartone. Da qui, quando presenti in grandi quantità, vengono pallettizzate, ovvero inserite su dei pallet pronti per la spedizione.

Da qui arrivano sugli scaffali delle enoteche e market, nelle cantine di bar e ristoranti e sulle tavole degli appassionati di vino.

E subito dopo, con l’assaggio, inizia la magia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *